News

Segre, Ferrario e Quatriglio tra i nominati al Nastro d’Argento doc

Sono state annunciate dal SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) le cinquine dei candidati ai Nastri d’Argento 2015 per il documentario. Per il cinema del reale sono in lizza quest’anno: Come il peso dell’acqua di Andrea Segre, La zuppa del demonio di Davide Ferrario, Sul vulcano di Gianfranco Pannone, The Special Need di Carlo Zoratti e Triangle di Costanza Quatriglio.

MARAVIGLIOSO BOCCACCIO - Il Decamerone di Paolo e Vittorio

"Noi siamo toscani e Boccaccio è un compaesano con cui abbiamo vissuto dall'infanzia" dicono Paolo e Vittorio Taviani "ci ha camminato accanto per tanto tempo finché gli orrori del mondo, questo clima in Italia con la peste che sembra tornata viva, ci hanno suggerito che era il momento giusto" aggiungono i registi. Cast ricco con Arena, Cortellesi, Crescentini, Puccini, Riondino, Rossi Stuart, Smutniak, Scamarcio, Trinca. In sala da giovedì 26 con Teodora Film in circa 100 copie

"DE DJESS" Il nuovo corto di Alice Rohrwacher per Miu Miu

Girato al Lido di Venezia ha superato in una settimana 1 milione di visualizzazioni.

Andrea Segre: L'idea prima di tutto

Andrea Segre

sabato e domenica - dalle 9.00 alle 18.00


PRIMA DI CONVINCERE QUALCUNO A SOSTENERE, FINANZIARE, PRODURRE UN TUO FILM, DEVI RIUSCIRE A CONVINCERE TE STESSO. E QUESTO RICHIEDE FATICA. FONDAMENTALE FATICA


Bottega Indipendente presenta un workshop di due giorni sulla regia cinematografica, in particolare incentrato su quella fase molto delicata del processo creativo che va dal concepimento di un'idea, anche la più semplice, allo sviluppo di un progetto filmico concreto, in vista di una effettiva produzione. Il workshop sarà condotto dal regista e documentarista Andrea Segre, autore di: Indebito, La Prima Neve, Io Sono Li, Mare Chiuso e altri titoli.

Nella prima parte del corso, che sarà più teorica, il docente mostrerà degli estratti dei suoi film più recenti, e racconterà come ha proceduto allo sviluppo dei progetti realizzati, spiegando il suo approccio filmico, che parte sempre e comunque dalla realtà, e dall'ascolto di storie e persone che spesso vengono lasciati al margine dei racconti sui media tradizionali. 

In vista della seconda fase del corso, quella più pratica, i partecipanti saranno invitati a sottoporre i loro progetti per un film. I soggetti saranno non più lunghi di una pagina, e potranno essere sia di tipo documentario che di fiction, purché essi scaturiscano dall'osservazione della realtà che ci circonda. Il docente ne selezionerà alcuni, sui quali i partecipanti, divisi in coppie o piccoli gruppi, avranno l'opportunità di lavorare per migliorarli. 


Pre-iscriviti